CADORO
FRUTTA ESTIVA: CONCENTRATO DI BENESSERE E FRESCHEZZA

FRUTTA ESTIVA: CONCENTRATO DI BENESSERE E FRESCHEZZA

Attenzione, per aggiungere un contenuto alla tua lista dei preferiti devi accedere o registrarti!
26 LUGLIO 2022

Ad ogni stagione mi stupisco piacevolmente di come il nostro corpo sia connesso con la natura, la quale, in ogni situazione, ci offre quanto di cui abbiamo bisogno per affrontare le nuove condizioni ambientali e climatiche.

Un esempio calzante di questo sistema perfetto lo troviamo nella frutta estiva: ciò che la caratterizza, infatti, rappresenta tutto quello di cui ha bisogno il corpo durante questa stagione calda e afosa.

La frutta estiva si distingue infatti per:

  • Essere ricca di acqua, proprio perché il fabbisogno idrico aumenta all’aumentare della temperatura e dell’umidita
  • Essere una fonte importante di sali minerali, che aiutano a sostenere l’aumentata sudorazione e la pressione del sangue che tende a scendere con il caldo
  • Contenere molte vitamine, alcune specifiche per la protezione dei sistemi più stressati in questo periodo, come il betacarotene, precursore della vitamina A e importantissimo per il sostegno della pelle esposta ai raggi solari estivi
  • La frutta estiva è fresca, per aiutare a mantenere un buon equilibrio tra la temperatura interna ed esterna.

Abbiamo quindi compreso quanto sia fondamentale consumare frutta di stagione nel periodo estivo, ma attenzione a come si utilizza, perché molto spesso le modalità di assunzione sono importanti tanto quanto ciò che si consuma.

  1. Se è vero che la frutta estiva fa molto bene, è altrettanto vero che il suo consumo deve essere gestito secondo delle modalità precise per ottimizzarne i benefici. Essendo la frutta ricca di zuccheri, il suo consumo è da privilegiare nella prima parte della giornata, entro le 18, e mai durante o dopo la cena. Attenziona anche a finire il pasto con la frutta, è vero che la cosa può essere piacevole e rinfrescante, ma è anche vero che questo può rallentare la digestione e aumentare il gonfiore post pasto, perché le fibre della frutta mangiate in seguito a uno dei pasti principali fermentano e gonfiano.
  2. Il momento più indicato per consumare la frutta è, quindi, durante la colazione e a metà mattinata, perché il corpo in questo preciso momento della giornata aumenta il suo fabbisogno di tutte quelle sostanze che caratterizzano la frutta stessa.
  3. Il mio consiglio è anche quello di consumare principalmente frutta estiva delle nostre zone, perché l’ambiente che ci dona la frutta è sottoposto ai nostri stessi stress e quindi predisposto a darci quei benefici di cui abbiamo bisogno. Cosa vuol dire? Che se noi mangiamo sempre e solo ananas in estate stiamo consumando un frutto tropicale predisposto dalla natura per fornirci gli strumenti per gestire quel tipo di clima, ma noi non viviamo in una zona tropicale. Questo non vuol dire che l’ananas non sia utilizzabile, ma che è bene consumare principalmente la nostra frutta come meloni, angurie, albicocche, ciliegie, pesche, ecc

La frutta estiva è veramente molto versatile e i suoi usi sono innumerevoli, la cosa interessante è che a prescindere dalle modalità di impiego i benefici sono certi e costanti.

Ecco allora alcuni dei mille modi con cui possiamo sbizzarrirci:

ACQUE DETOX: ultimamente di grande tendenza, possiedono un efficacia dimostrata. Come si preparano? Semplicissimo, basta immergere in una caraffa d’acqua la frutta estiva che ci piace, lasciarla riposare una notte e poi berla nell’arco della giornata successiva. Questo procedimento permetterà alla frutta di rilasciare tutte le essenze benefiche, donando all’acqua preziose proprietà come: sali minerali e vitamine utili per il drenaggio e non solo. A me piace molto il mix ciliegie, limone e menta dalle spiccate proprietà depurative.

GELATI FAI DA TE: altra metodologia facile, veloce e sfiziosa per consumare frutta in estate sono i gelati fai da te. Possiamo frullare tutta la frutta che ci piace con latte di mandorla (rinfrescante in estate) o yogurt e riporre il frullato in freezer negli appositi stampini per i ghiaccioli…la fine del mondo!

NON SOLO DOLCE: aggiungere un po' di frutta come melone, anguria o ciliegie all’insalata, alla pasta fredda o al risotto, solo per fare qualche esempio, donano freschezza ed energia alla tavola.

In qualsiasi caso le parole d’ordine in estate sono: leggerezza, freschezza, gioia e luce, qualità rappresentate appieno dai meravigliosi frutti che la natura ci dona in questa fantastica stagione.

 

La vostra Nutrizionista
Dott.ssa Giulia Martin


Richiamo Prodotto Filodiretto Punti Vendita